Noleggio dei veicoli commerciali: le strategie di Arval

di Marco Castelli

Il noleggio dei veicoli commerciali è un settore strategico per Arval. Che punta sull'organizzazione interna e su un network qualificato per l’assistenza e la manutenzione

Il noleggio dei veicoli commerciali, in termini di servizio, deve essere all’altezza del business del cliente. Ne è convinta Arval, che da due decenni mette in campo una strategia ben precisa e dedica tante risorse a questo importante comparto. 



“La nostra presenza nel settore dei veicoli commerciali è storica – esordisce Massimiliano Abriola, responsabile dell’area LCV di Arval Italia – E il nostro obiettivo, da sempre, è quello di aiutare il cliente nel realizzare le performance che si è prefissato”. L’offerta di Arval, quindi, comprende, in primis, il veicolo, con le sue dotazioni e gli allestimenti, e, in secondo luogo, i servizi ad esso collegati.

Un esempio concreto? “Le nostre officine mobili sul territorio che, dopo una prima fase pilota nel 2018, vedranno il loro lancio effettivo nel 2019 e, con la loro attività, contribuiranno a ridurre al minimo i fermi” spiega Abriola.

Approfondisci: come sta andando il mercato del renting degli LCV?

NOLEGGIO DEI VEICOLI COMMERCIALI: UN SETTORE STRATEGICO

Arval dedica diverse risorse al mondo dei veicoli commerciali. “Da una parte, possiamo contare su un network qualificato sul territorio italiano – prosegue il manager – caratterizzato da almeno un migliaio di ‘point LCV ready’. Dall’altra parte, abbiamo creato un vero e proprio centro di competenza interno”.

Oltre al responsabile della divisione, infatti, in azienda ci sono i cosiddetti ‘LCV Expert’ e ‘LCV Specialist’, che coordinano la rete sul territorio, supportano i clienti e gestiscono i processi interni.

Leggi anche: cosa è emerso dai dati del Barometro 2018 della società di noleggio

L’IMPORTANZA DEI VEICOLI COMMERCIALI

L’incidenza del noleggio dei veicoli commerciali sul totale del business di Arval è considerevole. Oggi un quarto della flotta gestita dalla società di noleggio è costituito da LCV: un numero sorprendente, se si pensa che il parco sul territorio nazionale raggiungerà presto il traguardo delle 200mila unità.

Anche gli allestimenti, in questo ambito, hanno una grande importanza: basti pensare che, come sottolinea Abriola, “un quinto dei veicoli commerciali che gestiamo presenta un allestimento interno funzionale all’attività del driver per l’efficientamento del business aziendale”.

Leggi anche: tutti i trend del mercato degli LCV

VEICOLI COMMERCIALI ELETTRICI: UN TREND 

Il fenomeno sempre più importante dell’e-commerce e il cosiddetto “trend dell’ultimo miglio” stanno spingendo le aziende a scegliere sempre più i veicoli commerciali elettrici. Già oggi, nella flotta Arval, è presente circa 1 veicolo “alternativo” ogni 9 diesel.



per supportare il processo di transizione energetica delle flotte, Arval ha studiato allo scopo una nuova metodologia, lo SMaRT Approach (Smart Mobility & Sustainability Targets). Si tratta di un processo in 5 fasi che parte dagli obiettivi di sostenibilità, analizza la flotta in essere, valuta le alimentazioni corrette per ogni tipologia di driver e di utilizzo del veicolo ed eventuali nuove forme di mobilità, per poi valutare i risultati raggiunti dall’azienda e programmare un nuovo ciclo con stimoli, opportunità e target rinnovati.

INDICE DEI CONTENUTI