NLT

SD Noleggio a lungo termine: ecco la nuova frontiera per godersi una vettura senza pensieri

IMG_20190719_165205-300x191.jpg

Chieti. SD Noleggio a lungo termine è un’azienda che nasce nel 2011 da un’intuizione di Stefano D’Urbano, imprenditore teatino da oltre 20 anni, da sempre cultore delle auto, sostenitore della formula del noleggio quale nuovo concetto di utilizzo delle macchine sul mercato.    

Partendo da un’analisi della realtà automobilistica italiana e valutando le difficoltà oggettive legate all’acquisto e all’utilizzo delle macchine, D’Urbano mette in piedi una struttura che possa offrire ai suoi clienti un’idea diversa di fruizione dei veicoli.

Il progetto diventa concreto nel giro di pochi mesi: in questo lasso di tempo, anche i clienti sono pronti a comprendere gli effettivi vantaggi dell’utilizzo del veicolo rispetto al solo “abbaglio” della proprietà. 

E infatti, negli ultimi due anni, le persone che hanno scelto la soluzione del noleggio sono quasi raddoppiate. Oltre al risparmio rispetto all’acquisto di un’auto nuova e il leasing, il cliente avrà meno pensieri e responsabilità, in quanto la società noleggiatrice si occuperà di tutto, al costo di un unico canone mensile.

Tra i servizi offerti da SD Noleggio a lungo termine, è inclusa anche la possibilità di dare in permuta la propria auto usata.

SD Noleggio a lungo termine si trova a Chieti, piazzale Marconi n. 66 e il telefono è 380.684.70.20. Per informazioni, l’e-mail è info@sdnoleggioalungotermine.it.


Come funziona il noleggio a lungo termine?

di Marco Castelli

Scopriamo insieme come funziona il noleggio a lungo termine. Capiamo quali sono le sue fasi e cosa dice il contratto di noleggio, quali sono i vantaggi del noleggio e se il noleggio a lungo termine per privati conviene. Infine, quali sono le differenze tra noleggio e leasing?

Come funziona il Noleggio a lungo termine? Molto semplicemente, con NLT si intende l’affitto di un’auto per un periodo di tempo che varia da 1 a 3/4 anni, comprensivo di una serie di servizi accessori (come la manutenzione ordinaria e straordinaria, o le spese amministrative) forniti dalla società di noleggio in cambio di un canone mensile.

come-funziona-noleggio-lungo-termine.jpg

Quest’ultimo, naturalmente, varia a seconda del tipo di vettura, del modello e dei servizi inclusi nel contratto.

In questo articolo cercheremo di capire come funziona il noleggio lungo termine, quali sono i vantaggi dell’NLT e a chi conviene. Tutte domande tipiche di chi si affaccia per la prima volta a questa formula alternativa all’acquisto dell’auto.

Prima, però, occorre spiegare quali sono i passaggi che caratterizzano il prendere un’auto a noleggio a lungo termine.

 

NOLEGGIO LUNGO TERMINE, COME FUNZIONA?

Possiamo suddividere il noleggio a lungo termine in 3 diversi momenti. Tutte queste fasi sono accomunate da un dato di fatto: considerato che la proprietà dell’auto rimane in capo alla società di noleggio a lungo termine, l’utente viene sgravato dallo svolgimento di varie procedure, a fronte del pagamento costante di un canone mensile.

Leggi Anche: sfatiamo i falsi miti sul noleggio a lungo termine

Per questo motivo, la cosiddetta “customer experience” diventa un aspetto ancora più decisivo. Vediamo nel dettaglio quali sono le varie fasi del noleggio a lungo termine.

FASI DEL NOLEGGIO

Preconsegna e consegna del veicolo

Per il cliente del noleggio a lungo termine, in particolar modo le aziende che utilizzano la vettura per lavoro (professionisti, pmi, ma anche realtà più grandi), la fase che va dalla preconsegna alla consegna dell’auto è fondamentale.

Il primo step, quello che vede il cliente in attesa del veicolo ordinato, in molti casi è addirittura decisivo in termini di customer satisfaction. Non a caso, le società di noleggio a lungo termine sono chiamate a lavorare sempre di più sulla fase di “pre-leasing”.

consegna-auto-noleggio.jpg

Questo significa, nel caso in cui non sia disponibile un’auto in pronta consegna, assegnare al cliente, nel frattempo, un’altra vettura (che possiamo chiamare, già in questo caso, sostitutiva) per consentirne la pre-assegnazione al driver.

 

Nel caso del privato e della piccola azienda, la preconsegna significa anche “preparare” il cliente sul noleggio dell’auto, con una consulenza puntuale su cos’è il prodotto e quali sono le sue caratteristiche.

Per quanto riguarda, invece, la consegna, ci sono due punti fondamentali, che ormai costituiscono vantaggi assodati del noleggio a lungo termine: la permuta dell’usato, opzione che oramai viene offerta quasi di default ai privati delle principali società di noleggio, e la consegna dell’auto a noleggio domicilio (o dove vuole il cliente), molto comoda in ottica di non far perdere tempo prezioso all’utente.

Contratto di noleggio

Il secondo step è il più articolato ed è quello che riguarda il contratto di noleggio a lungo termine, che può durare da un anno a tre/quattro anni. Per durate inferiori, si parla di noleggio a medio termine, un trend sempre più percorso da aziende e clienti.

Approfondisci: perché si sta andando verso un noleggio senza termine?

Nel contratto sono racchiusi tutti i vantaggi del noleggio: ovvero la gestione delle pratiche amministrative (multebollo dell’autoassicurazione dell’auto ecc.), che è svolta dalla società di renting, e, soprattutto, i servizi sul territorio, che stanno alla base di questa fase. 

contratto-noleggio-lungo-termine.jpg

Una caratteristica peculiare del Nlt, infatti, riguarda proprio la manutenzione dell’auto, che viene effettuata nelle officine convenzionate della società di noleggio. Il driver deve solo preoccuparsi di segnalare il guasto e portare la vettura in officina.

Leggi Anche: qual è la formula migliore per la manutenzione dell’auto aziendale?

Dopodiché inizia il processo di authority e la fase di riparazione vera e propria, gestita in toto dal noleggiatore. I tempi di riconsegna dell’auto, ovviamente, sono la discriminante fondamentale della qualità del servizio che, comunque, nella maggior parte dei casi prevede la consegna, nel frattempo, di un’auto sostitutiva.

Tutto l’arco contrattuale, occorre precisarlo, comporta una relazione costante con il “Servizio Clienti”. 

Anche la fase di gestione dei sinistri, che oggi viene ormai gestita on-line, costituisce un touchpoint fondamentale tra cliente e fornitore.

 

Fine Noleggio

Il terzo step che caratterizza il noleggio auto a lungo termine è la cosiddetta fase di fine renting, ovvero il momento in cui si arriva al termine del contratto di noleggio.

Si tratta di una fase molto delicata, in quanto ci possono essere in ballo eventuali penali legate agli extrachilometraggi o alla chiusura anticipata del contratto.

fine-noleggio-lungo-termine-cosa-succede.jpg

In questo senso, le società di noleggio, specie per quanto riguarda il noleggio ai privati, stanno elaborando formule sempre più flessibili, che offrono la possibilità di cambiare vettura, oppure di concludere l’accordo in anticipo dopo un certo lasso temporale senza alcuna penale.

La fase di fine noleggio, infatti, è decisiva in termini di fidelizzazione del cliente retail, per il quale questo aggravio di costi costituisce una problematica da non sottovalutare.

Approfondisci: come i privati stanno cambiando il noleggio

Un altro punto fondamentale che contraddistingue questo step è l’opzione di acquisto del veicolo da parte del driver che non è prevista legalmente, ma in genere viene comunque proposta dal noleggiatore a poche settimane dal termine del contratto. Se l’utilizzatore è interessato, l’auto che guida può diventare sua a un prezzo conveniente.

Questo tipo di opzione è molto simile a quella esercitata dagli erogatori di servizi di leasing auto, un’altra formula molto interessante e potenzialmente conveniente.

In caso, invece, il cliente non sia interessato, ma la formula lo ha soddisfatto, può cercare un’altra auto a noleggio.

Dopo aver capito come funziona il noleggio a lungo termine dal punto di vista delle tempistiche e degli adempimenti, rispondiamo ad alcune delle domande più diffuse sul renting.

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE SENZA ANTICIPO

Come detto in precedenza, oltre al canone mensile il noleggio a lungo termine spesso prevede il versamento di un anticipo alla firma del contratto. Questo è un elemento da considerare quando si cerca di capire se il noleggio a lungo termine conviene o meno.

noleggio-lungo-termine-senza-anticipo.jpg

Nel caso in cui la prospettiva spaventi o allontani dall’idea di sottoscrivere una formula contrattuale di questo tipo, occorre sottolineare come le società di renting offrano anche soluzioni di noleggio a lungo termine senza anticipo, ovviamente con un canone leggermente superiore.

Noleggio lungo termine a chilometraggio illimitato

Ovviamente, lo stesso discorso vale se si dovesse optare per un contratto che preveda un noleggio lungo termine km illimitati. Generalmente, sui preventivi di noleggio sono riportati i Km annui massimi che si possono percorrere per contratto. A volte, però, capita che per esigenze di lavoro o personali si “macinino” più Chilometri di quelli concessi, che normalmente variano tra i 20.000 e i 50.000 all’anno.

noleggio-lungo-termine-km-illimitati.jpg

Riassumendo, è possibile avere un contrattto di noleggio a lungo termine senza anticipo km illimitati? Sì, ma pagando di più mensilmente.

IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE CONVIENE?

Questa è la domanda fondamentale. Il noleggio a lungo termine conviene? Come in tutte le cose, la risposta dipende da diversi fattori. Storicamente, questa formula è stata molto apprezzata dalle aziende, dalle partite IVA e dai liberi professionisti, i quali con il noleggio a lungo termine sfruttano vantaggi fiscali non indifferenti.

noleggio-lungo-termine-conviene.jpg

Negli ultimi anni, però, le aziende che si occupano del Renting stanno rivolgendo la loro attenzione anche al noleggio a lungo termine per privati.

Il noleggio ai Privati conviene?

Noleggiare auto ai privati è diverso rispetto a quanto accade nei confronti delle aziende. Per capire se il noleggio auto a lungo termine per privati conviene, occorrerebbe avere in mano un preventivo di noleggio completo, in modo tale da poter confrontare tutte le spese richieste con l’effettivo costo di gestione annuale di una vettura di proprietà.

Ai fini del confronto, vanno considerati questi aspetti:

  • Valore residuo dell’auto

  • Costo di Assicurazione e Bollo Auto

  • Manutenzione (imprevisti compresi)

  • Chilometraggio.

Una volta che abbiamo in mano tutti questi dati, si può procedere con il calcolare se il noleggio a lungo termine privati conviene.

Approfondisci: la formula per scoprire se il noleggio per privati conviene

DIFFERENZA TRA LEASING E NOLEGGIO

A volte capita di fare confusione tra leasing auto e noleggio a lungo termine. Le due formule finanziarie, seppur tendano ad assomigliarsi sempre più, presentano ancora peculiarità che le differenziano sostanzialmente.


differenze-leasing-auto-noleggio-lungo-termine.jpg

Ecco alcune delle differenze tra leasing auto e noleggio a lungo termine:

  • Il leasing può essere erogato solo da banche o intermediari finanziari iscritti in appositi albi; il noleggio da soggetti commerciali

  • Il leasing è una sorta di finanziamento, mentre il noleggio si avvicina in tutto e per tutto ad un affitto

  • Nel leasing auto la manutenzione è a carico dell’utilizzatore, mentre nel noleggio (come abbiamo ripetuto in precedenza) questi costi sono assunti dal locatore

  • Al termine del contratto, nel leasing decidi se acquistare, rinnovare o restituire; nel noleggio, in teoria, non c’è opzione di acquisto (anche se i contorni si stanno sfumando).

Leggi Anche: tutte le differenze tra leasing e noleggio auto

INDICE DEI CONTENUTI


Mercato del noleggio sempre in crescita in USA e Canada

di Oliviero Cresta

Le ultime previsioni quinquennali della American Rental Association (ARA) stimano che i ricavi da noleggio di attrezzature e per eventi nel Nord America supereranno nel complesso i 61,5 miliardi di dollari nel 2019, di cui 55,8 miliardi negli Stati Uniti e 5,7 in Canada. Il tasso di crescita stimato rispetto al 2018 è del 5,3%.

Alcuni-anni-di-crescita-per-il-mercato-del-noleggio-USA-e1455180673525.jpg

L’Associazione prevede inoltre una crescita costante su valori simili per ciascuno degli anni successivi. Il mercato del noleggio in Nord America dovrebbe quindi raggiungere un valore di quasi 70,9 miliardi di dollari entro il 2022.

I dati attuali, che sono aggiornati trimestralmente, prevedono una crescita leggermente inferiore rispetto a quanto previsto a ottobre, a causa di diversi fattori che hanno leggermente rallentato le previsioni di crescita dell’economia statunitense.

Resta tuttavia una previsione di forte crescita per il mercato del noleggio, che continua ad espandersi più rapidamente dell’economia globale.

La situazione negli USA…

Negli Stati Uniti si prevede che i ricavi per noleggio di attrezzature e per eventi cresceranno di un altro 4,8% nel 2020, del 5% nel 2021 e del 4,8% nel 2022: il mercato arriverà quindi a valere 64,4 miliardi di dollari tra 4 anni.

Il tasso di penetrazione del noleggio, ossia la percentuale di macchine da costruzione in uso negli Stati Uniti di proprietà delle società di noleggio, è salito al 53,5% nel 2018, rispetto al 53,0% del 2017.

Da segnalare inoltre il fatto che, nonostante queste performance assolutamente positive, secondo l’ARA gli operatori di noleggio hanno mantenuto una certa disciplina nell’acquisto di nuove macchine da inserire in flotta. L’effetto di tale prudenza nella gestione dei parchi macchine è che piccole fluttuazioni nel ciclo economico non dovrebbero avere effetti particolarmente negativi sulle aziende.

Dal punto di vista macroeconomico, la crescita del prodotto interno lordo (PIL) negli Stati Uniti dovrebbe essere del 2,5% in 2019, in leggero rallentamento rispetto al 2,9% nel 2018, con una conseguente lieve attenuazione delle prospettive di crescita a breve termine.

IHS Markit, la società che cura le analisi per l’Associazione dei noleggiatori americani, ha abbassato leggermente le sue stime sulla crescita del PIL nordamericano per il 2019 e il 2020. Lo scenario più probabile tuttavia non è un drammatico declino dell’economia, ma più che altro l’effetto negativo che la politica commerciale USA sta avendo in particolare nel settore manifatturiero. A ciò si aggiunge che lo stimolo dei tagli fiscali attuati dall’amministrazione Trump sta svanendo sia per i consumatori che le imprese.

Anche l’economia globale, con poche eccezioni, continua a rallentare. Tuttavia, il mercato del lavoro USA resta in buona salute e il sentiment delle imprese, pur in leggera flessione, resta positivo.

…e quella in Canada

In Canada, i ricavi da noleggio dovrebbero crescere del 4,6% nel 2019 arrivando a un totale di circa 5,7 miliardi di dollari, e poi continuare ad aumentare del 5,8% nel 2020, del 4,8% nel 2021 e del 2,8% nel 2022, arrivando a quasi 6,5 miliardi di dollari.


Fonte: RentalBlog

SIFA’, IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE CHE “COCCOLA” I CLIENTI

In un panorama di offerte di noleggio a lungo termine le proposte create ad hoc da SIFA' potrebbero essere un buon valore aggiunto

Che si stia perdendo il concetto di auto di proprietà è un dato di fatto, sia per i privati che per le aziende, con contratti di noleggio a lungo termine che ormai stanno spopolando (ed influenzando i dati sulle immatricolazioni delle auto nuove). Nel contesto dei noleggi a lungo termine per le aziende si inserisce SIFA’, realtà italiana che vuole puntare ad offerte personalizzate per coccolare i propri clienti.

Guarda anche:

Ormai il terreno del noleggio a lungo termine è decisamente minato, sul quale bisogna camminare con cautela per evitare passi falsi che potrebbero costare una bella fetta del portafogli aziendale. Ma in questo marasma di offerte per aziende o privati c’è qualcuno che sta cominciando a distinguersi, puntando a quello che è un servizio completamente dedicato e personalizzato sulla base delle necessità del cliente. Si tratta di SIFA’, azienda italiana attiva dal 2012 che ha la BPER Banca come azionista di riferimento (51%) ed è tutta a capitale italiano. Un’azienda che ha immatricolato oltre 4.500 veicoli nel corso del 2017, incrementando il suo parco circolante del 190% rispetto all’anno precedente, ma che ha in progetto il raddoppio delle auto nel corso di questo 2018 con un investimento di 100 milioni di euro.

Sifa-Paolo-Ghinolfi.jpg

L’obiettivo di SIFA’ è di fornire servizi dedicati alle aziende che hanno un parco auto circolante e non solo, con una forma di noleggio a lungo termine completamente assistita. I servizi ed i pacchetti che offre sono molteplici, proprio per cercare il miglior “incastro” possibile con le esigenze di chi ha bisogno di una o più vetture in noleggio. Si parte dalla carta carburante DKV, associata alla targa di ogni auto e che quindi elimina la fatturazione cartacea al singolo rifornimento a fronte di un riepilogo mensile, poi si arriva all’ovvia assistenza stradale, un benefit immancabile per questo genere di servizio. Occupandosi, poi, anche della gestione pneumatici e della manutenzione ordinaria e straordinaria, SIFA’ cura la sostituzione di componentistica solo con ricambi originali, per garantire la qualità ed offrire, in via esclusiva, un monitoraggio delle fasi di fermo tecnico in tutta trasparenza. Oltre a questi benefit ogni cliente viene seguito da un accunt manager dedicato, che segue passo passo il parco circolante e stila report trimstrali sull’andamento delle vetture, parallelamente al monitoraggio del mercato per consigliare eventuali soluzioni più idonee alle necessità del cliente in questione. E poi tutto è gestibile anche via applicazione dedicata, tanto per garantire il servizio anche in mobilità, al passo con i tempi recenti che vogliono ogni servizio accessibile in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo.


Fonte: AllaGuida

Il Noleggio A Lungo Termine Conquista Sempre Più Italiani: Il 50% Lo Prende In Considerazione

Gli automobilisti italiani dimostrano di essere sempre più spesso interessati al noleggio di auto a lungo termine: lo sostengono i dati di settore, secondo i quali il cosiddetto NLT è diventato la terza alternativa al tradizionale dubbio tra auto nuova e usata.
A dire il vero il noleggio è già più che una semplice alternativa, considerando che sempre più cittadini della Penisola lo scelgono, preferendolo tra le altre due opzioni.
Come detto, ci vengono in aiuto i dati diffusi dall’ultimo report UNRAE di agosto: secondo questi ultimi, il noleggio long term ha conosciuto un incremento notevole, pari addirittura al +35%, il tutto a scapito del noleggio a breve termine che, al contrario, ha conosciuto un drastico calo (-17,5%).
Prima di procedere, è il caso di scoprire altri numeri interessanti contenuti nel rapporto di UNRAE: si parla di un totale di quasi 18.000 vetture concesse con la modalità dell’NLT, un ulteriore dato che conferma il successo di questa forma di noleggio.

Quintegia: il 50% degli italiani vuole provare l’NLT

Secondo l’indagine condotta da Quintegia, emergono altri dati a supporto del successo odierno dell’NLT. Nello specifico, spicca una percentuale su tutte: il 50% degli automobilisti italiani, difatti, ha intenzione di considerare l’opzione a lungo termine per il cambio della propria vettura. Percentuale che schizza al 70%, se si considerano anche le persone che intendono farlo entro 12 mesi.
La ricerca di Quintegia ha comunque avuto il merito di sottolineare altre percentuali molto significative: è stato studiato ad esempio, il punto di vista dei cittadini sui vantaggi relativi al noleggio long term, e, secondo gli italiani, il maggior punto di forza di questa formula è la presenza del pacchetto “tutto compreso” (66%). Mentre, i vantaggi finanziari finiscono al primo posto per il 55% degli italiani.

I marchi più scelti dagli automobilisti italiani

Prima di vedere le auto più gettonate per l’NLT, è bene fare una premessa. Oggi, è anche più facile trovare le auto disponibili con l’opzione NLT, il tutto per merito di piattaforme online, come automobile.it, che permettono di confrontare le proposte di noleggio a lungo termine dei concessionari.
A questo proposito, è bene passare alla lista dei marchi preferiti dagli italiani. Stando ad una classifica stilata recentemente, al primo posto si trova un brand del calibro della Fiat: in assoluto il più scelto, sia dai privati che da parte delle aziende, per la propria flotta. La seconda posizione, invece, è appannaggio di un altro brand famoso come la Audi, questo per via della presenza di ottime opzioni in termini di costi e di eleganza. Infine è la Jeep a salire sul terzo gradino di questo podio.

Il mercato del long term rent vola, e lo fa in accordo con i desideri degli italiani, accumulando di mese in mese numeri da record.