Noleggio a Lungo Termine

Noleggio auto a lungo termine: ecco a chi conviene e suggerimenti per risparmiare

Ecco a chi conviene il noleggio a lungo termine dell'automobile e suggerimenti per risparmiare.

di Alessandra Di Bartolomeo

1.-19-640x342.jpg

In molti si chiedono se è meglio acquistare un auto o se noleggiarla. Quest’ultima modalità sta prendendo sempre più consensi tanto che nei primi 6 mesi del 2019 ha raggiunto il 27,7% dell’intero mercato italiano. Ma a chi conviene veramente l’auto a noleggio a lungo termine?

Sommario

  1. Il noleggio dell’auto a lungo termine

  2. Prima di noleggiare un auto a cosa bisogna prestare attenzione

  3. L’esempio: auto compatta per città a noleggio o in acquisto, i costi

Il noleggio dell’auto a lungo termine

Il noleggio dell’auto consiste in un contratto mediante il quale ogni mese si paga un servizio. A differenza del leasing, però, la proprietà dell’automobile resta a chi l’affitta per cui non si diventerà mai il proprietario di quel veicolo. Ciò in linea generale ma vi sono tante eccezioni. La domanda che ci si pone, però, è la seguente: a chi conviene davvero l’auto a noleggio a lungo termine? Ebbene sicuramente non converrà a chi dovrà tenerla per tanti anni magari fino a dieci.

Qualora lo si voglia comunque fare si dovrà prestare attenzioni alle varie normative antinquinamento che fino al 2030 cambieranno radicalmente.

C’è poi da dire che il noleggio a lungo termine non conviene a chi usa l’automobile poco in quanto forse è più economico avere una propria auto e riporla in un garage. Conviene invece a chi usa l’auto con frequenza e nel futuro potrebbe avere delle diverse esigenze di spazio.

Prima di noleggiare un auto a cosa bisogna prestare attenzione

Sicuramente quando si noleggia un auto a lungo termine bisognerà verificare attentamente il contratto in quanto i servizi aggiuntivi hanno un costo che ovviamente pesa poi sul canone mensile. Di norma il contratto base prevede il bollo, la garanzia per il furto e per l’incendio, l’assicurazione Rc, la manutenzione sia ordinaria che straordinaria, il soccorso stradale, il cambio delle gomme stagionale e la gestione dei sinistri. Tutto il resto, invece, potrebbe far salire il prezzo del noleggio. Inoltre, si dovrà fare molta attenzione alla quantità dei chilometri previsti dal contratto in quanto maggiori saranno quelli che si acquisteranno, più alta sarà la rata mensile come comunica il noto sito web Businessinsider.

com.

L’esempio: auto compatta per città a noleggio o in acquisto, i costi

Aniasa, che è l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, ha fatto un esempio di conteggio su di un contratto di trentasei mesi riguardante un’automobile compatta per capire a fondo la differenza che vi è tra il noleggio e l’acquisto. Il presidente dell’Associazione spiega che a parità di percorrenza e di modello conviene quella a noleggio.

Nel dettaglio il presidente calcola che per l’acquisto della vettura sono necessari 15 mila euro all’interno dei quali sono anche conteggiati gli optional, la svalutazione, la messa in strada, l’immatricolazione e lo sconto del 10%. A tale cifra si deve poi aggiungere quella della gestione dell’auto per 36 mesi e quindi 4.000 euro. Si evince quindi che se si sottrae il valore residuo di 6.300 euro dopo trentasei mesi la spesa totale per tale tipologia di automobile è di 12.700 euro pari a 352 euro al mese.

Per quanto riguarda il noleggio, invece, se si sommano i trentasei canoni di 225 euro al mese più l’anticipo (che in molti casi viene addebitato) in questo caso di 2.500 euro si arriva ad un totale di 10.600 euro. Mensilmente, quindi, si pagano 295 euro. Ovviamente, come comunica anche Businessinsider.com, bisognerà controllare a fondo tutte quante le voci del contratto compresa quella relativa all’anticipo per capire bene quanto si spenderà e se davvero il noleggio è conveniente. Si ricorda infine che la benzina sarà a carico di chi noleggia l’automobile.


Noleggio a lungo termine: quali sono i requisiti necessari?

di Marco Castelli

Accedere al noleggio a lungo termine richiede requisiti ben precisi ai privati e alle Partite Iva e la consegna di alcuni documenti. Ecco una rapida guida.

Il noleggio a lungo termine, lo sappiamo, sta diventando sempre più popolare. Non solo tra le aziende, ma anche per i privati. Un punto, però, è molto importante: cosa è necessario fare per accedere alla formula? Può farlo chiunque o solo chi rispetta determinati parametri?Scopriamolo qui.

Per accedere alle formule di noleggio a lungo termine, come accade per i finanziamenti, occorre possedere determinati requisiti e consegnare alcuni documenti.

Approfondisci: scopri qui come funziona il Nlt e perché conviene

I REQUISITI PER IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Oltre a quello più scontato, ovvero essere maggiorenni e in possesso di una patente di tipo B, i requisiti per accedere al noleggio a lungo termine sono diversi tra i privati e le Partite Iva.

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE E NEOPATENTATI

Prima, però, occorre sottolineare che il noleggio auto a lungo termine è accessibile anche ai neopatentati, ma questi ultimi devono rispettare le stesse regole vigenti per chi acquista (ovvero, nel primo anno non possono guidare vetture di potenza massima superiore a 95 Cv e con un rapporto potenza/peso superiore a 55 kW/t).

I DOCUMENTI DA CONSEGNARE

Per quanto riguarda i documenti, ci sono delle differenze tra il noleggio a lungo termine per privati e il noleggio a lungo termine per Partite Iva (scopri qui come funziona).

noleggio-a-lungo-termine-auto-preferite.jpg

Privati

Se non si ha la Partita Iva, occorre consegnare una certificazione unica rilasciata dalla società per cui si lavora, le ultime tre buste paga, la copia dell’ultimo Modello Unico o del 730, oltre alla copia della propria carta d’identità.

Per il noleggio auto, vale la stessa regola stabilita dalle banche per i mutui: non è possibile spendere una cifra che, Iva inclusa, vada a superare un terzo della retribuzione netta.

Leggi anche: cosa fare in caso di incidente con l’auto in Nlt

Partite Iva

Il noleggio auto a lungo termine per le Partite Iva richiede i seguenti documenti:

  • Copia dell’ultimo Modello Unico.

  • Ultimo Bilancio della propria attività, corredato da nota integrativa e ricevuta di presentazione in Camera di Commercio.

  • Visura camerale o attribuzione di Partita Iva.

  • Copia del documento di identità del legale rappresentante.

INDICE DEI CONTENUTI


Incidente con l’auto a noleggio a lungo termine: cosa fare?

di Marco Castelli

Cosa fare in caso di incidente con l’auto a noleggio a lungo termine? Ecco un veloce vademecum per affrontare (in maniera molto semplice) il sinistro con la propria vettura acquisita con la formula del renting.

Evento sfortunato, ma purtroppo non raro. Stiamo parlando dell’incidente con l’auto a noleggio a lungo termineCaso classico: sto andando al lavoro, il traffico è intenso, e vengo urtato dal veicolo dietro di me. Oppure: il classico tamponamento dell’auto aziendale – effettuato o subito – nel parcheggio durante una gita domenicale con la famiglia. Cosa fare? Niente paura.

incidente-auto-noleggio.jpg

Gestire un incidente con l’auto a noleggio (scopri qui come funziona il noleggio a lungo termine) è, molto spesso, ancora più semplice rispetto al sinistro con l’auto di proprietà. Questo per merito dei servizi erogati dalla società di renting.

Approfondisci: come è cambiato il servizio di renting con la crescita dei clienti privati?

COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE CON L’AUTO A NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

La società di noleggio mette a disposizione tool dedicati, attraverso i quali il privato, il titolare di Partita Iva o il driver aziendale può trasmettere agevolmente tutte le informazioni necessarie sull’incidente con l’auto a noleggio a lungo termine.

E’ infatti il noleggiatore a gestire tutte le procedure legate ai sinistri. Il driver ha soltanto l’obbligo di contattare la società di noleggio in seguito all’accaduto, fare richiesta di assistenza e, in caso ci sia una controparte, compilare il CID (constatazione amichevole di incidente) per acquisire tutti i dati assicurativi.

incidente-guida-stato-ebbrezza.jpg

AUTO A NOLEGGIO E INCIDENTE CON TORTO

E se nell’incidente con l’auto a noleggio a lungo termine si ha torto? Anche qui, niente paura! Premesso che la formula del renting prevede una copertura assicurativa completa (RCA, infortuni del conducente, ma solitamente anche la kasko), al massimo il driver dovrà pagare la quota della franchigia RCA o kasko prevista sul contratto.

A questo proposito, in sede di firma del contratto di noleggio a lungo termine, è possibile richiedere alla società provider di pagare un canone più alto e azzerare le franchigie. I contratti di noleggio a lungo termine (scopri qui come si leggono) non prevedono classe di merito assicurativa, per cui nessun incidente potrà avere ripercussioni future sulla rata mensile.

INCIDENTE CON L’AUTO A NOLEGGIO A BREVE TERMINE

Se invece si fa un incidente con un’auto a noleggio a breve termine? La procedura è la stessa: occorre avvisare immediatamente la società di noleggio e compilare il CID in caso di controparte.

Leggi anche: cosa fare in caso di sinistro con l’auto in Rac

Ci sono formule assicurative che, anche nel Rac, consentono di spendere meno in caso di sinistro, tra cui:

  • DER, ovvero il rimborso del pagamento di eventuali danni

  • TPI, ovvero copertura danni causati a terzi

  • Kasko, ovvero copertura danni del veicolo

INDICE DEI CONTENUTI


Noleggio a lungo termine: l’alternativa all’acquisto dell’auto

Di Patrizia Del Pidio

Prendere in considerazione il noleggio a lungo termine invece dell’acquisto dell’auto in alcuni casi può convenire.

download.jpg

E’ arrivata l’ora di cambiare l’auto e come sempre iniziano le riflessioni se comprarla nuova o usata, i dubbi su quale modello scegliere e la consapevolezza che dovremo tenerla per diversi anni.  Molto spesso nel dubbio si evita di fare l’acquisto e ci si tiene l’auto vecchia con il rischio che, prima o poi, ci lasci a piedi. Tutto questo f si che l’economia dell’automobile sia bloccata e mantiene in servizio auto vecchie e poco sicure: secondo fonte ACI l’età media di un veicolo in Italia è di oltre 14 anni per le auto a benzina e di quasi 10 anni per quelle alimentate a Diesel.

Noleggio a lungo termine

Ma se invece di acquistare un’automobile si decidesse di noleggiarla? Significherebbe guidare un’auto senza però possederla evitando, quindi, il rischio delle inevitabili svalutazioni. La soluzione ideale in questo frangente potrebbe essere rappresentata dal noleggio a lungo termine che fino a qualche anno fa era riservato solo alle grandi aziende ma che nell’ultimo periodo sta aprendosi anche ai privati con contratti stilati sulle esigenze del cittadino che non ha vantaggi fiscali sul noleggio.

Con il noleggio a lungo termine pur usando l’automobile si evitano una serie di problemi e di spese prima fra tutti la svalutazione. Il noleggio, al momento rappresenta il 27.7% dell’intero mercato automobilistico italiano.

Con un contratto con pagamento a cadenza mensile si ha la possibilità di guidare un’auto senza esserne proprietari e senza sostenere tutte le altre spese di gestione e manutenzione del veicolo. I contratti di noleggio, infatti, di solito comprendono, oltre all’affitto del mezzo di trasporto anche  le seguenti spese:

  • assicurazione RC auto

  • assicurazione furto e incendio

  • bollo auto

  • gestione dei sinistri

  • manutenzione ordinaria e straordinaria del veicolo

  • cambio stagionale degli pneumatici

  • soccorso stradale.

Pagando, quindi, il canone mensile l’unica spesa che si deve affrontare per girare con l’auto è quella relativa ai carburanti.

ANIASA, associazione dei noleggiatori, afferma che “A parità di modello e di percorrenza, stimiamo una convenienza media del 15% rispetto alla proprietà, senza contare altri vantaggi, come non immobilizzare l’intero capitale per l’acquisto o il tempo risparmiato per la ‘burocrazia dell’auto’: bollo, assicurazione, manutenzione, eventuali multe o incidenti”.

In sostanza per l’acquisto di un auto di solito occorrono circa 15mila euro a cui aggiungere la gestione del veicolo per 36 mesi di circa 4mila euro. Sottraendo il valore dell’auto al momento di rivenderla (in media 6300 euro) la spesa totale per 36 mesi di possesso di un veicolo è di 12700 euro, ovvero 352 euro al mese.

Per il noleggio dello stesso modello di auto la spesa mensile sarebbe di 225 euro a cui aggiungere, in alcuni casi, anche l’anticipo che solitamente è di 2500 euro. Il costo totale per 36 mesi di utilizzo del veicolo è di 10.600 euro, con un costo mensile totale di 295 euro.


AUTO: I VANTAGGI E LA CRESCITA DEL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Acquistare un’auto nuova o una macchina usata? È da anni che questa domanda si propone come un eterno dilemma per molti automobilisti italiani. Eppure non è detto che la risposta la si trovi nei due protagonisti citati poco sopra, perché c’è anche una terza opzione che si inserisce nella contesa.

Stiamo parlando del noleggio a lungo termine, una modalità che sta ricevendo un numero molto alto di consensi e che dimostra, dunque, di piacere parecchio agli automobilisti e alle aziende italiane. Quando si dice che, fra i due litiganti, alla fine il terzo gode, è proprio il caso di andare a vedere i dati di questo settore.

Il noleggio auto a lungo termine in cifre

Stando ai dati del report di ANIASA, il successo della modalità long term rent trova una importantissima conferma nei numeri di settore. Al punto che, nei primi otto mesi del 2019 addirittura una vettura su sei è stata immatricolata tramite questa forma di noleggio. Non si tratta di una soluzione preferita solo dai cittadini della Penisola, ma anche dalle aziende, che sempre più spesso arricchiscono la propria flotta con le auto in questione.

Tornado ancora al rapporto di ANIASA, si scoprono altre informazioni utile: si parla del trend positivo di questa forma di noleggio, che già nel 2014 aveva superato il livello pre-crisi, con una crescita del +71% circa nell’arco di 11 anni (dal 2007 al 2018). Di conseguenza, basterebbero i numeri – da soli – per spiegare il grande successo del comparto NLT.

Dove e perché noleggiare le auto a lungo termine

Per prima cosa è bene specificare che oggi su alcuni siti specializzati come automobile.it si trovano diverse offerte di auto in noleggio a lungo termine molto convenienti. Quello del web è un canale importante, perché consente di confrontare le offerte e di filtrare i risultati, così da effettuare una ricerca precisa e trovare soltanto le risposte adatte ai propri desideri.

Il boom di questa modalità di noleggio si basa ovviamente su una serie molto ampia di vantaggi. Fra questi troviamo ad esempio la possibilità di risparmiare il 30% circa, rispetto al costo di leasing e acquisto di una vettura. In secondo luogo, occorre citare anche un altro beneficio evidente: grazie al long term rent, si può usufruire della presenza di un canone omnicomprensivo nel contratto di noleggio, che include ad esempio l’assicurazione e il bollo. Altri vantaggi relativi all’NLT sono la certezza inerente all’esborso economico, il risparmio di tempo e la pronta consegna.

Concludendo, oggi gli italiani preferiscono il noleggio long term, per via dei vantaggi proposti da questa particolare modalità. Vantaggi che coprono sia fattori economici, sia logistici.